Categorie
(Sotto-Categorie)

Informazioni

Nuovi prodotti

Gli effetti della crisi energetica in Ucraina

Pubblicato : 13/01/2023 17:31:13
Categorie : Solare Termico

Gli effetti della crisi energetica in Ucraina

Gli effetti della crisi energetica in Ucraina

Di solito si parla di crisi energetica quando un paese non è in grado di soddisfare il proprio crescente fabbisogno energetico. Una discrepanza tra domanda e offerta di energia fa aumentare i prezzi, il che influisce sulle bollette. Le ragioni di questa preoccupante situazione sono molteplici. In primo luogo, con lo scoppio della guerra in Ucraina, la Russia ha deciso di rispondere alle severe sanzioni dell'UE riducendo le forniture di gas per mettere in seria difficoltà le principali economie. È proprio il settore energetico che sarà il settore più critico nel 2022. Una crisi definita dall'Agenzia Internazionale dell'Energia come la "peggiore mai registrata", anche peggiore dei disastri petroliferi degli anni '70. L'Italia, in particolare, fa più affidamento sulle importazioni di energia rispetto a molti altri paesi. 

Modi per superare la crisi energetica

Crisi Energetica: a cosa è dovuta e come far fronte
Infine, la crisi energetica potrebbe portare alla ricerca di soluzioni alternative al gas naturale. In Europa, il consumo di gas naturale può essere ridotto migliorando l'efficienza energetica e passando all'energia pulita, soprattutto nelle industrie ad alta intensità energetica come quelle dell'acciaio e dei fertilizzanti. Gli Stati Uniti hanno appena approvato il Lower Inflation Act e stanno sviluppando combustibili fossili e rinnovabili nazionali per proteggersi dalle fluttuazioni dei prezzi del gas naturale e dalle tensioni energetiche globali. Nei paesi dell'Asia orientale, il carbone sembra essere la soluzione più economica e veloce per allontanarsi dal gas naturale. Allo stesso tempo, stanno emergendo nuove sinergie per sviluppare tecnologie per l'idrogeno verde, come la Canada-Germany Hydrogen Alliance ; l'articolo afferma che l'UE sta stabilendo relazioni commerciali con Algeria, Nigeria e Namibia per produrre gas naturale sintetico a zero emissioni, combustibili liquidi o prodotti chimici. Una volta analizzate le caratteristiche del mercato energetico e le relative problematiche, bisogna capire quali soluzioni si possono proporre. Occorre distinguere tra breve termine e medio e lungo termine. Nel breve periodo le strade sono principalmente due: ridurre la domanda di energia e rivedere il sistema dei prezzi del mercato elettrico, come ha appena annunciato von der Leyen. 

Le cause della crisi energetica

Crisi energetica: situazione odierna e possibili soluzioni | The Procurement
 Per definizione, una crisi energetica si verifica quando la domanda (fonti energetiche rinnovabili e non rinnovabili) aumenta e l'offerta diminuisce (per cause naturali o causate dall'uomo). Questo porta a prezzi più alti, colpendo la popolazione. L'idea che la crisi energetica sia stata causata dal passaggio alle energie rinnovabili è del tutto “falsa” e che questo sia solo per “nascondere chi l'ha causata davvero”, ovvero la Russia. Il rapporto dell'Aie non lascia spazio a interpretazioni, citando l'invasione dell'Ucraina come la causa principale dell'attuale crisi, che ha avuto un impatto "profondo" sul sistema energetico globale, interrompendo i modelli di domanda e offerta e interrompendo il modello di approvvigionamento energetico di lunga data .
Per Etaweb è il momento ideale per scegliere alternative sostentibili come il Solare Termico e il Fotovoltaico, tipologie energetiche che garantiscono a costo zero, un grande risparmio economico e sostenibili con l'ecosistema.

Condividi questo contenuto

Aggiungi un commento

 (con http://)